Maculopatia Miopica

Maculopatia Miopica

La maculopatia miopica si presenta nella miopia degenerativa o patologica, malattia caratterizzata da un aumento della lunghezza assiale dell’occhio (> 26mm) e da una miopia superiore alle 6 diottrie.
In questa forma di miopia si determinano una serie di alterazioni che riguardano prevalentemente il segmento posteriore dell’occhio dove si verifica una distensione della sclera ed un assottigliamento della coroide e della retina.
La causa delle alterazioni dell’occhio miope non sono ancora ben chiarite e comunque non sono prevenibili, così come non si può arrestare una eventuale progressione della miopia. Spesso nella miopia patologica si hanno delle emorragie maculari con improvvisa diminuzione dell’acutezza visiva, talvolta con metamorfopsie. L’emorragia è rotonda, densa, profonda (sottoretinica) spesso centrata sulla fovea.
Di estrema importanza è stabilire la causa della emorragia.
Questa può essere provocata da una rottura della membrana di Bruch ed in tali casi l’emorragia si riassorbe spontaneamente talora senza alcuna variazione della vista.
Altre volte l’emorragia è provocata da una neovascolarizzazione sottoretinica che deve invece essere individuata per poter procedere ad un successivo trattamento laser. La diagnosi viene fatta con la fluorangiografia retinica associata o meno ad una angiografia con il verde indocianina.
La terapia si avvale della fotocoagulazione laser o della terapia fotodinamica in caso di lesioni neovascolari.